I luoghi del silenzio

1gg: Le Grotte di Camerano, visita del complesso ipogeo di cave e cunicoli, con sale circolari  e volte di diversa fattura. Trasferimento a Sirolo “Perla dell’Adriatico“, paesino medievale con una passeggiata panoramica affacciata sul mare, si andrà alla scoperta poi di due luoghi di alta spiritualità: la Badia di San Pietro e la chiesa di Santa Maria di Portonovo, luoghi di suggestiva bellezza nella splendida cornice del Monte Conero.

2gg: I piccoli castelli nelle Marche, a partire da Genga, antico borgo medievale costruito su basamenti di roccia rosata, dove si visiterà il Museo di storia, arte e territorio. Si proseguirà verso Nidastore, uno dei nove castelli di Arcevia, “Nido degli Astori” ossia nido dei Falchi, il cui abitato risale al 1400, si raggiungerà poi un altro castello: Loretello che ebbe origine nel 1072 ad opera dei Monaci di Fonte Avellana. Ultima tappa Arcevia, antica Rocca Contrada, visita del borgo e della chiesa di Santa Maria del Soccorso.

3gg: Visita di San Quirico e dell’Abbazia di Sant’Elena, costruzione in stile romano-gotico fondata da San Romualdo e divenuta tra le più importanti abbazie benedettine della Vallesina. Si potranno ammirare le mura medievali ancora intatte e le caratteristiche vie sopra le mura chiamate copertelle. Si visiterà la Chiesa di Santa Lucia che ospita opere di maestri quali Guido Reni e Cavalier d’Arpino. 

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI




ORGANIZZA IL TUO TOUR

Tour per Gruppi Tour per Gruppi

Richiedici un preventivo dettagliato Richiedici un preventivo dettagliato

Attraverso una costante ricerca siamo in grado di proporvi esperienze uniche, da integrare alle visite più classiche, per consentirvi di svelare ed entrare come graditi ospiti nella nostra cultura locale, a contatto con la nostra gente e liberi di sperimentare tradizioni, usi e costumi. Attraverso una costante ricerca siamo in grado di proporvi esperienze uniche, da integrare alle visite più classiche, per consentirvi di svelare ed entrare come graditi ospiti nella nostra cultura locale, a contatto con la nostra gente e liberi di sperimentare tradizioni, usi e costumi.