Alla scoperta del Fiume Metauro

Il territorio delle Marche è caratterizzato da una ricchezza naturalistica e paesaggistica di notevole bellezza, in particolare il Fiume Metauro, il più lungo della regione 110 km, e la sua valle offrono scorci suggestivi nonché tante opportunità di svolgere attività all’aria aperta come trekking, itinerari in bicicletta, canoa, arrampicata o semplici passeggiate naturalistiche.
Capolinea della valle del Metauro è Fano antica città romana “Fanum Fortunae”, che conserva ancora le vestigia del suo passato, dove giungeva la via Flaminia che ancora oggi collega la cittadina con i paesi dell’entroterra come Fossombrone e Calmazzo.
Da qui è possibile visitare il Parco Naturale della riserva del Furlo, per ammirare le imponenti “Marmitte dei giganti” splendide pareti di roccia derivanti dell’erosione fluviale.
L’itinerario offre scorci emozionanti e strade ricche di curve anche per gli appassionati delle due ruote, la Gola del Furlo infatti è rinomata tra i motociclisti che amano guidare attraverso l’antica galleria romana risalente al 76 d.C. fino a raggiungere l’Abbazia di San Vincenzo al Furlo e il chiosco dove è possibile degustare una buonissima piadina.

[sgmb id=”2″]